Prestiti facili a confronto: offerte e preventivi dei migliori prestiti nel 2021

Indice dei contenuti

I prestiti, oggetto dei desideri per molti, possono essere più o meno complicati e difficili da ottenere, soprattutto in tempi come quelli che viviamo dove l’accesso al credito non è una passeggiata, soprattutto per chi non ha spalle forti economicamente parlando.[/su_note]

Viene da sé che chi ha soldi non ha bisogno di altri soldi, a meno che non abbia fame smodata di denaro, ma quando si è a tasche vuote ottenere un prestito può rivelarsi per più di uno una montagna troppo alta da scalare.

Per venire incontro a soggetti economicamente più deboli e precari sono nati i cosiddetti prestiti facili, che pur non garantendo l’ottenimento di grosse somme danno comunque una provvidenziale boccata di liquidità a chi ne ha bisogno, senza costellare di troppi paletti e ostacoli l’iter istruttorio, in questi casi più snello e ‘generoso’.

Quando un prestito può dirsi facile?

Non occorre scervellarsi per capirlo, quando si ottiene senza ‘sudare’, velocemente e senza doversi arrovellare a cercare garanzie fuori dalla propria portata.

Spese impreviste, uscite inaspettate, scadenze improrogabili possono mettere chiunque, prima o poi, nella condizione di dover richiedere un prestito, pur non avendo ‘roccaforti’ a cui aggrapparsi per vedersi concedere il credito desiderato.

Ci sono soggetti, come i lavoratori precari o, peggio, i disoccupati che stentano ad andare avanti e possono aver bisogno di una ‘flebo’ di cash per rialzarsi o rimettersi in moto.

Quante chance possono avere queste persone di sentirsi dire ‘sì’ a una domanda di prestito?

Se parliamo di finanziamenti tradizionali, che richiedono specifici requisiti e una ‘botte’ colma di garanzie per poter erogare ‘sorsi’ di liquidità, le possibilità sono poche.

Purtroppo, vige la regola (se non scritta, empirica) che le banche e le finanziarie danno soldi a chi ce l’ha e ‘nicchiano’ quando si trovano davanti uno ‘squattrinato’.

Ma qualcosa sta cambiando, di pari passo con il mutamento dei tempi e l’evoluzione socio-economica che sta rivoluzionando la ‘mappa’ delle fasce sociali al cui interno si registra la preoccupante avanzata di un esercito di nuovi poveri.

Oggi la precarietà, la crisi e la mancanza di lavoro, ingigantita dalla pandemia da Covid, non sono più un denominatore comune a pochi, ma chi ha ‘fame’ di cash (e non solo) si trova ad essere, purtroppo, in buona compagnia.

Come possono questi soggetti, sprovvisti di garanzie forti, sperare in un prestito?

Per loro ci sono i prestiti facili, appunto, cosiddetti proprio perché meno complicati di altri, più flessibili e semplici da ottenere.

Come ottenere un prestito facile

I prestiti facili (lo dice la parola) si ottengono più facilmente, ma non è così scontato avere il placet del finanziatore.

Innanzitutto, bisogna avere le idee chiare su quanto chiedere, sapendo fin dal principio che non ci si può spingere troppo oltre, ma ci si dovrà accontentare di poche migliaia di euro, massimo 5000, in casi eccezionali fino a 10.000 euro, un tetto consentito da poche finanziarie per quanto riguarda questa tipologia di micro prestiti.

Dove cercare (e trovare) più facilmente la soluzione migliore

Per ottenere un prestito facile serve un modo altrettanto facile e intuitivo.

Cosa meglio di Internet soddisfa questa esigenza?

Anche i mini prestiti hanno saggiato la praticità della rete dove nuotano con estrema disinvoltura proponendosi in tutte le ‘salse’.

Ciò non significa che non si possano più chiedere di persona, recandosi in filiale, come si è sempre fatto e, per certi versi, si continua a fare, ma è bene mettere in chiaro, per non dare adito a fraintendimenti, che la domanda ‘fisica’ pur essendo ancora possibile si è fatta più scomoda e ‘fangosa’ anche sul piano delle tempistiche decisamente più  lunghe.

Il lockdown ha cambiato molte abitudini e anche il modo di lavorare, che si è orientato in gran parte sullo smart working e ha fatto sì che certe pratiche potessero essere evase più comodamente e rapidamente da remoto, comprese quelle finanziarie.

Inoltre, complice la procedura più farraginosa che richiede obbligatoriamente di dover prendere appuntamento per potersi presentare di persona allo sportello di banche e finanziarie, con la conseguenza che passano altri preziosi giorni, il web è diventato ormai la via privilegiata per avere preventivi, comparare i prestiti e arrivare in fondo all’istruttoria della domanda di finanziamenti in pochi clic.

Più facile di così!

Prestiti facili, ce n’è per tutti

Scegliere il prestito che fa al caso proprio è frutto di un’oculata comparazione, anche questa fattibile sfruttando i simulatori online, che danno il polso dei tassi e delle migliori offerte su piazza.

Ma attenti a non perdervi nel labirinto della rete, perché anche in materia di prestiti facili non si può fare di tutta l’erba un fascio, in quanto esistono sotto-categorie in cui sono suddivisi questi piccoli finanziamenti, che possono essere finalizzati se subordinati all’acquisto di beni o servizi oppure liberamente spendibili senza doverne dare conto al prestatore.

Di solito, se si tratta di prestiti facili personali non si chiede il motivo della domanda, ma si concede la somma lasciata alla discrezionalità del contraente che può spenderla nel modo voluto per ciò che gli occorre.

Diversamente, se si deve acquistare un bene strumentale per l’azienda o la start up, si dovrà supportare la richiesta di prestito con un preventivo di spesa che attesti l’effettiva destinazione della somma erogabile.

I prestiti facili, inoltre, si distinguono anche in base alla tipologia del richiedente.

Ne esistono, infatti, di specifici per particolari categorie di soggetti, in alcuni casi anche con significative agevolazioni nell’applicazione di Tan e Taeg, i tassi netti o comprensivi di spese accessorie che condizionano l’importo globale della rata, costituita dalla quota capitale più gli interessi ed altri eventuali oneri.

Prestiti facili per giovani coppie

A fare richiesta di prestito facile sono spesso le giovani coppie desiderose di dare corpo al progetto di una vita a due o intenzionati a mettere su famiglia.

Chi ha deciso di convivere, si è appena sposato o pensa di allargare il nucleo familiare può aver bisogno di un ‘assist’ che può trovare in qualche soldino in più per realizzare il sogno di una vita insieme o di una propria famiglia.

Per soddisfare questo desiderio e accontentare i giovani che vogliono uscire dal guscio della famiglia di origine per vivere in coppia e pensare a un progetto di famiglia sono stati pensati da alcune compagnie creditizie dei prestiti mirati per questa categoria di soggetti.

Si segnalano, fra i più convenienti e appetibili, quelli di Agos, rivolti proprio alle giovani coppie che vogliono fare un salto di qualità nel loro rapporto, sia che si tratti di matrimonio o convivenza.

Con questi micro finanziamenti flessibili si possono acquistare anche arredi ed elettrodomestici per la casa (in questo caso si tratta di prestiti finalizzati in quanto vincolati all’acquisto di un bene) per poter dare forma al proprio ‘nido’ e ritagliarsi un habitat domestico su misura.

Le agevolazioni di questi prodotti finanziari si possono riassumere nel salto rata e nella possibilità di variare l’importo e la durata del prestito anche in corsa.

Prestiti facili per cattivi pagatori

Incredibile, ma vero.

Anche i cattivi pagatori o, addirittura, i protestati segnalati al Crif, come si evince da questo specchietto per i consumatori, possono ottenere un prestito facile.

Può sembrare un controsenso dare soldi a chi ha dimostrato di non poterli restituire, ma con i prestiti facili anche per loro si può aprire la porta del credito al consumo.

Tutto sta ad avere un lavoro o una pensione che consenta di essere intaccata per ottenere facilmente un micro finanziamento nella forma tipica della cessione del quinto.

Insieme al prestito cambializzato è l’unica soluzione che viene adottata dalle società del credito per concedere denaro fresco in tempi rapidi ai ‘peccatorì’ nel mirino del fisco.

A quali compagnie conviene rivolgersi

Non si contano, al giorno d’oggi, le compagnie che operano nel settore creditizio on o off line, oppure in entrambe le modalità come capita più frequentemente.

Una gamma così ampia e assortita di società finanziarie e istituti bancari può confondere chi si lancia alla ricerca di un prestito facile, specialmente se non ha le idee chiare su quale finanziamento cercare.

Sui prestiti facili la ‘caccia’ si limita a una linea di finanziamenti di minimo importo e massima velocità, che possono assumere le sembianze di cessione del quinto, piuttosto che di micro prestiti in 24 ore o finanziamenti cambializzati.

Fra le proposte più attrattive del momento, si registrano le offerte di Directafin con Tan fisso inferiore al 4 per cento e la possibilità di alzare l’asticella della domanda di credito di qualche decina di migliaia di euro in più rispetto alla media standard che si attesta, per questo genere di prodotti, sotto i 10.000 euro.